lunedì 1 ottobre 2012

Ladies and gentlemen, voilà le lipstick!

Pubblicato da Ash a 18:53

Sta tornando in auge a grandi passi, dopo l’epoca aurea degli anni ‘90, tutta a tinte scure, bordeaux, nero, viola, e un rapido declino negli anni 2000 dove il lipgloss era letteralmente sulla bocca di tutte.

E’ tornato il rossetto signore. Quel piccolo strumento di seduzione di cui nessuna donna dovrebbe fare a meno. Un trucco anonimo prende vita grazie a quella piccola nota di colore. Un viso spento si illumina con un tocco di luce sulle labbra.

Ebbene sì, mes chères, perché le labbra sono il punto focale del viso di una donna. Sulle labbra si concentra gran parte dell’immaginario maschile, e perché no, anche femminile. Il rossetto riesce a suscitare i pensieri più proibiti, se utilizzato a dovere, e può giocare a vostro favore se ve lo fate amico.

Il rossetto oggi, è disponibile in una miriade di texture, e tonalità. Perlato, mat, lucido, metallizzato, cremoso, liquido, bifase, lunga durata. Diciamo che per le nuances però, di questi tempi il lipstick si può definire in 3 filoni principali:

  1. Rossi
  2. Rosa
  3. Nude.

1. Il rosso è un colore che giustamente declinato può essere utilizzato non solo di sera, come un tempo, ma anche di giorno, e in qualsiasi occasione.

Il rosso lacca si adatta bene a tutte le carnagioni, dalle chiare alle scure, ed è adatto ad un make up che faccia delle labbra il punto focale, mentre gli occhi vanno soltanto delineati in nero o marrone in modo leggero.

I rossi più scuri si adattano alle carnagioni più chiare e si accostano solitamente ad i mesi invernali. E’ preferibile utilizzare queste tonalità di sera, perché no, insieme ad un trucco occhi particolarmente accentuato, magari con uno smokey sui toni del nero o del viola.

I rossi aranciati, più adatti a carnagioni scure o abbronzate insieme alle tonalità mattone,  si adattano ad un trucco sui toni del marrone e del verde e anch’essi possono essere sfoggiati in più occasioni.

2. Il rosa ha avuto negli ultimi anni un boom tale da superare nelle preferenze la tinta simbolo, il rosso. Il rosa è stato riscoperto grazie alla rivoluzione che dopo gli anni ‘90 ha optato per un trucco più naturale, nei toni della pelle, ma può virare in un mix di colori fino al pink estremo, che può essere associato ad un make up occhi dai colori vivaci, rivisitando gli anni ‘80.

Il rosa scuro, nelle sue varie sfumature, è talmente di moda, da ispirare delle vere e proprie linee autonome di lipstick. Si adatta ad ogni carnagione e può essere indossato SEMPRE.  Si adatta a smokey sui toni del marrone e del rosa, e nelle versioni più scure, può essere associati a semplici make up occhi, matita, eyeliner e mascara nei toni del nero.

 

Il rosa chiaro, può declinarsi in versioni diverse, come il pink acceso, e il rosa baby, oltre al rosa antico e al cipria. E’ adattissimo a tutti gli incarnati, dai più abbronzati ai più chiari e può essere utilizzato tutto l’anno. Nei toni più vivaci è adatto a trucchi revival anni ‘80, per esempio insieme ad un eyeliner blu elettrico e ad un mascara nero. Nei toni più delicati è adatto a smokey sui toni del nero, del blu e del verde, nel caso non vogliate utilizzare un nude.

 

3. Il nude è diventato una vera ossessione sulle passerelle negli ultimi tempi. Sembra che gli stilisti non riescano a farne a meno dopo l’overdose di rossi e terre che si è avuta nell’ultimo decennio. E’ diventato il re delle nuances in concomitanza con l’evoluzione del trucco verso lo smokey eyes, che ultimamente è salito al primo posto sul podio delle preferenze di make up. Il nude, come detto, è perfetto sempre, se associato ad un trucco occhi molto marcato, si adatta a tutti i tipi di carnagione, soprattutto a quelle abbronzate o scure ed ha un particolare effetto sexy con nonchalance, che lo fa apprezzare soprattutto dalle più giovani, che magari non si sentono portate verso toni più accesi.

 

Il mio trend del momento è il pink acceso, associato ad un trucco occhi brillante, mooolto eyeliner nero e litri di mascara.

Il rossetto comunque esiste in tonalità impensabili fino a poco tempo fa, come l’azzurro, il verde e il nero. Quest’ultimo, indossato da diverse star in occasioni mondane, è però scarsamente utilizzabile se non per qualche festa in maschera, od occasione particolare.

Il mio consiglio è di utilizzare il rossetto che più si adatta alla vostra carnagione, e di renderlo vostro. Affezionatevi alle tonalità che più vi donano e ricordate, mai associare labbra accese a trucco occhi pesante. Scegliete, uno o l’altro, eviterete così spiacevoli errori ed effetti indesiderati.

0 commenti:

Posta un commento

Please, leave a comment

 

The Thunder of Beauty Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos